Quaresima 2017


 

QUAR17 RICERCA DELL’UOMO, RICERCA DI DIO

XIII EDIZIONE

GIOVEDÌ 13 APRILE 2017

 

Un viaggio di ricerca lungo quaranta giorni 

 

Il cammino quaresimale si appresta al termine. Un viaggio lungo quaranta giorni, in compagnia di amici lontani e vicini che ha scelto di condividere un percorso consapevole verso un orizzonte di senso. Amici italiani e stranieri, dal Lago di Garda a Piacenza, dal Belgio alla Tanzania, amici di estrazione culturale, filosofica, religiosa molto diversa, ma accomunati dal piacere della ricerca.

 

Il tema di questa tredicesima edizione è partito da un’immagine classica del repertorio filosofico. La filosofia non nasce dalla meraviglia, bensì da thâuma, dal terrore.

E la paura caratterizza molti aspetti della nostra vita e del nostro rapportarci alle cose del mondo e agli altri. È il lato buio della nostra anima, quello che convive con la luce. È la dimensione in cui spesso ci ritroviamo quando pensiamo alla morte e al dolore. Gli antichi greci li ritenevano parti essenziali del ciclo naturale della vita, ma per l’uomo contemporaneo morte e dolore sembrano più scomodi compagni di viaggio che accompagnatori imprescindibili del nostro cammino.

 

In questi quaranta giorni abbiamo parlato di eutanasia, della coscienza che si trova a gestire il peso della scelta, dell’eterno conflitto tra onnipotenza e imperfezione, di papa Francesco che incontra i detenuti e di come questi lo abbiano atteso come si aspetta un caro amico per cena.

 

Abbiamo commentato le considerazioni che il filosofo André Comte-Sponville offre allo scettico e all’ateo, ricordandogli come la fedeltà, in mancanza di fede, rappresenti un’àncora di salvezza per l’Occidente orfano di Cristo. Abbiamo ospitato i versi di Turoldo commentati da Moni Ovadia e le suore di Caserta che hanno talmente fiducia nelle capacità delle donne che, a confronto, le femministe più agguerrite sembrano scialbe mammolette.

 

Abbiamo anche dato spazio a un pensatore che ci chiama a soffermarci su un aspetto terminologico apparentemente insignificante. Con Padre Roger Lenaers abbiamo appreso che ci sono modi diversi di pensare a Dio, che credere che può anche lasciare il passo a credere in, senza che nulla del messaggio cristiano venga compromesso o intaccato.

 

Abbiamo intrapreso questo viaggio cercando l’Uomo e ci siamo ritrovati a parlare di Dio.

Come quasi sempre accade a chi, anche solo una volta nella vita, si ferma a pensare.

 

La quaresima è finita, ma il viaggio dei pensatori non termina mai.

 

Grazie a tutti voi che ci avete seguito con pazienza e interesse e Buona Pasqua!

 

Marialaura Bonaccio e Giovanni de Gaetano
“Le riflessioni della domenica” e “QUAR17 RICERCA DELL’UOMO RICERCA DI DIO”, non riflettono né rappresentano necessariamente il pensiero dell’Associazione Cuore Sano ONLUS di Campobasso, né dei responsabili/curatori delle suddette iniziative.